Uncategorized

Fifty shades – the movie

Ho riflettuto a lungo (si fa per dire) se andare o meno a vedere la trasposizione cinematografica di Fifty Shades of Grey, e alla fine ho optato per il no. Il motivo – ve lo confesso – è che l’attore che hanno scelto mi fa così poco sangue, ma così poco sangue che quasi non riesco a crederci. Voglio dire, già la storia sta in piedi solo grazie alle paranoie della protagonista (e il cinema non riesce mai a renderle appieno, per quanto si sforzi, a differenza della parola scritta), per cui, se ci togliamo il sex appeal del protagonista maschile, cosa rimane? Appunto, il nulla.
E io che speravo tanto in un esemplare maschile degno…Non che non sia fisicamente splendido, perché lo è, ma a me lascia così indifferente da avere dell’incredibile.

Alcune recensioni volutamente ironiche mi hanno confermato che faccio bene domani sera ad andare a vedere la commedia francese “Nessuno sposi le mie figlie”, invece che mettermi in coda per il soft porn del momento. Se non temete spoiler (anche se c’è ben poco da spoilerare, oggettivamente), potete farvi qualche risata.

Il milanese imbruttito – 50 sfumature di grigio

In ogni caso mio marito ringrazia sentitamente. Era talmente felice e incredulo che non gli toccasse il supplizio del film che quasi non riusciva a contenere la sua gioia. I suoi occhietti blu si sono spalancati in segno di meraviglia profonda e sincera. Cucciolo…

E voi, avete visto il film o andrete a vederlo?

4 thoughts on “Fifty shades – the movie

  1. Ciao Anna!
    Condivido pienamente la tua idea. Già il libro non è propriamente un capolavoro della letteratura diciamocelo,ma secondo me con il protagonista maschile che hanno scelto per il film ci hanno tolto tutta l’immaginazione e la parte migliore.
    Di solito i film tratti dai libri devo ammettere che mi lasciano sempre un pò delusa…
    Guarderei volentieri un film tratto dai tuoi libri però!
    😉 C’è speranza??
    Buon weekend!
    Noemi

    1. Dicono che bisogna sempre avere speranza! 😉
      Cmq, non so davvero e non voglio sbilanciarmi per creare false illusioni. Nei prossimi mesi si capirà meglio.
      Buon weekend! A Milano la giornata è drammaticamente piovosa… ma perfetta per scrivere!
      Ciao,
      Anna

      1. nonononono io le false illusioni me le sono già createeeee *__* incrociamo le dita e ssshhh 🙂 ok torno con i piedi per terra!
        comunque io il film l’ho visto, voto 6, semplicemente perchè è rimasto fedele (per quello che si poteva) al libro! Per il resto, bruttino il libro (scritto/tradotto in un italiano mooolto discutibile) e di conseguenza anche il film. Per quanto riguarda Grey, beh, credo che tutte noi ci aspettassimo qualcosa di meglio…
        ciaoo 🙂
        Vale

        1. Io ho letto il libro in inglese parecchi anni fa, prima che diventasse questo fenomeno mondiale e quando era ancora solo un testo self come tanti altri (per cui non avevo riversato sul testo chissà quali aspettative), e ricordo di aver pensato che un buon editing avrebbe potuto fare miracoli. Davvero, togliendo pezzi ripetitivi e pesanti il libro avrebbe potuto guadagnare molto in ritmo e scorrevolezza. Mi è parso però di capire che l’autrice non abbia accettato alcun tipo di intervento editoriale e che la versione oggi in circolazione abbia gli stessi problemi del testo che ho avuto in mano io. Mettiamoci poi anche la traduzione – che in genere peggiora le cose invece che migliorarle (mi è capitato, giuro, di amare certi libri in lingua originale e di detestarli in italiano) – e la frittata è fatta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *